Iscriviti alla Newsletter

L'Ente

Ricerca e Sviluppo

Eventi

Editoriale

Blog

Imparare le Lingue

News

Idee e Progetti

Archivio

L'Informatore U.E.

STORIA

ENDO-FAP DON ORIONE: IERI E OGGI


La formazione dei più giovani fu da sempre al centro dell’attenzione di Luigi Orione, il quale era convinto che solo fornendo adeguati strumenti educativi e professionali fosse possibile dare una possibilità di crescita alle giovani generazioni meno abbienti.


Per conoscere il percorso della formazione professionale orionino, indichiamo un breve excursus con le principali tappe che hanno portato dalle prime colonie agricole realizzate del nostro Fondatore all’odierna associazione nazionale ENDO-FAP.


Ai tempi di Don Orione, l’istruzione professionale rappresentava uno dei settori in cui si impegnarono a fondo le nuove congregazioni religiose (Ludovico Pavoni, Leonardo Murialdo, Luigi Guanella ed altri). Lo spunto per tali iniziative era il coniugare l’azione caritativa (tipica della spiritualità ottocentesca) con una spiccata sensibilità sociale per i ceti deboli. Come le iniziative scolastiche, per Don Orione anche l’educazione e la formazione professionale divennero strumenti di prevenzione contro la perdita dei valori nella società.


“Perché sarebbe inutile una Congregazione nuova, se non riportasse nel mondo una forza ed una lena spirituale più grande e vasta…Noi siamo per gli umili, per gli orfani…Infatti per i ricchi il Signore ha suscitato altri Ordini religiosi, i Gesuiti, i Barnabiti, gli Scolopi, i Fratelli delle Scuole Cristiane, i Salesiani. Noi siamo per gli umili a cui altri non hanno pensato” (Al Paterno, all’apertura dell’anno scolastico (1937) Parola VII; 89-96).


Nel 1896 a Mornico Losana (PV) nasce la prima colonia agricola, segno dell’importanza della formazione professionale per la crescita educativa e sociale delle classi più povere. A essa seguirono le colonie di Noto (1898), di Santa Maria a Monte Mario, Nunziatella, e di San Giuseppe alla Balduina a Roma (1900-1902) di Bagnorea presso Orvieto (1902) etc.


Dopo Mornico Losana, nel 1898 è aperto il primo istituto fuori diocesi: il San Luigi di Noto. Nel giugno Nel 1899 nasce il collegio San Romolo a San Remo.


Nel 1901-1902 aprono le colonie agricole di Bagnorea, Cegni di Varzi e, in Roma, della Nunziatella, di S.Giuseppe alla Balduina, di Santa Maria a Monte Mario.


Il 1904 viene ricordato come l’anno dell’acquisto di quella che diventerà la “Casa madre” dell’Opera in Tortona, detta anche “Convitto Paterno” o il “Paterno” sulla via Emilia.


Nel 1905 apre a Tortona la sua prima tipografia.


Il 4 gennaio 1909 Orione parte per la Sicilia in occasione del terremoto di Messina e Reggio Calabria: inaugura l’orfanotrofio a Cassano Jonico (CS) ed è poi nominato da Pio X vicario generale del’arcidiocesi di Messina.


Il 19 aprile 1912 emette i voti religiosi perpetui nella mani di Pio X.


Nel 1913 inviati i primi missionari in Brasile.


Nel giugno 1915, anno del terremoto nella Marsica viene fondato il ramo femminile della sua famiglia, le “Piccole Suore Missionarie della Carità”.


Nel 1919 è aperto l’istituto “Sacro Cuore” in San Severino Marche, mentre nel 1920 sono inaugurati l’istituto M.Soranzo in Campocroce di Mirano (VE) e l’istituto Dante Alighieri in Tortona.


Il 12 giugno 1921 nasce l’istituto Berna in Mestre (VE), con scuole professionali, e l’orfanotrofio “Card.La Fontaine”. Ad agosto dello stesso anno Don Orione parte per la prima volta in Sud America, dove vengono aperte varie strutture (case colonie, scuole, parrocchie etc.)


Nel 1923 viene aperta la prima casa in Polonia e l’istituto “Artigianelli” a Venezia.


Il 19 marzo 1924 viene fondato il “Piccolo Cottolengo” genovese; riapre il secolare collegio “San Giorgio” in Novi Ligure (TO); in Calabria nasce l’Opera antoniana.


Il 23 ottobre 1926 viene posta la prima pietra del Santuario della Madonna della Guardia in Tortona, i cui lavori definitivi partono nel 1828 e si concluderanno nel 1931.


Nel 1930 viene aperta colonia agricola in Uruguay; sempre in quell’anno Orione accetta l’istituto Sacro Cuore di Fano (PU) e l’istituto San Vittore in Borgonovo Valtidone (PC).


Nel 1932 si inaugura l’istituto San Benedetto in Montebello (PV).


Il 1933 vede l’inizio del “Piccolo Cottolengo” milanese in un antico convento carmelitano e l’acquisto dell’antico istituto Paverano in Genova per costruirvi il centro del “Piccolo Cottolengo” genovese.


Il 27 maggio 1934 si organizza il primo convegno ex-allievi. Nello stesso anno si apre la colonia agricola Sant’Innocenzo in Tortona e si svolge il secondo viaggio di Don Orione in Sud America.


Nel 1935-36 c’è la posa prima pietra “Piccolo Cottolengo” argentino e di altre nuove opere e case.


Nel 1938 Orione presiede a Roma l’inaugurazione del nuovo grande istituto pontificio San Filippo Neri, con scuole popolari (elementari, medie, ginnasiali, magistrali e tecniche): tutte scuole legalmente riconosciute e già funzionanti sin dall’inizio dell’anno scolastico 1937-38. Nello stesso anno apre il nuovo istituto Artigianelli in Alessandria e c’è la posa della prima pietra “Piccolo Cottolengo” milanese.


Negli anni ‘50-‘60 nascono i CFP di Roma e di Palermo, mentre all’inizio di questo secolo intraprende la propria attività l’ENDO-FAP Liguria.


L’attenzione degli orionini verso la formazione professionale è stata sempre attiva ed in costante rinnovamento per poter andare incontro alle mutate esigenze del contesto sociale, economico e politico.


Nell’anno 1975 viene costituito l’E.N.A.P. (Ente Nazionale Addestramento Professionale) OPERA DON ORIONE, che in seguito prenderà il nome di ENDO-FAP (Ente Nazionale Don Orione – Formazione Aggiornamento Professionale), associazione nazionale di ispirazione cattolica nata per sostenere, gestire, rinnovare l’impegno della Congregazione nella formazione professionale.


Il contesto legislativo italiano stava cambiando. Il mondo della Formazione Professionale passava dalle prime regolamentazioni di inizio ‘900 (nascita delle Scuole Artigiane, trasformate negli anni ’30 in Scuole d’Avviamento Professionale” e in "Scuole aziendali" nell'immediato dopoguerra, e creazione nel 1948 dei Centri di Addestramento Professionale” per i giovani dopo i 14 anni d’età, affidate alle Regioni su iniziativa del Ministero del Lavoro) al trasferimento nel 1977 della competenza della materia alle amministrazioni regionali, fino alla Legge Quadro nazionale 845/78, che convalida l’efficacia della scelta associativa per la Formazione Professionale.


La legge-quadro attribuisce al sistema formativo professionale italiano la caratteristica del pluralismo. Con tale espressione si intendeva riconoscere, da parte dell’Ente Pubblico territoriale, l’apporto non solo sussidiario che possono dare le libere iniziative di formazione professionale le quali, a parità capacità didattica, si ispirano a principi ideali di diversa natura o hanno matrici sociali diverse. La legge-quadro del ‘78, dunque, ha dato il via al concetto ampio di “cultura professionale”, facendo uscire la formazione professionale da un mero apprendimento di nozioni tecniche e specialistiche e assegnandole un ruolo educativo vero e proprio, soprattutto se rivolto ai più giovani. La normativa invita specificamente le Associazioni ad elaborare precise “proposte formative”, veri documenti di riferimento per la preparazione di determinati progetti formativi.


Per conoscere la biografia di San Luigi Orione, consultare il documento allegato.


 

ENDO-FAP - Ente Nazionale Don Orione - Formazione e Aggiornamento Professionale.
Via Edmondo De Amicis, 5 – 00135 ROMA – Tel. 06 35404801 Fax 06 86387251
C.F. / P.IVA 05030421001 - Disclaimer - Privacy - Credits: http://www.mandarinoadv.com
E-mail: coordinamento@endofap.it / amministrazione@endofap.it / centrostudi@endofap.it